governo provinciale pagina 19

Chiusure festive, la Provincia paga le spese delle cause

TRENTO L’ultimo atto della vicenda si era consumato a febbraio, quando il Tar di Trento aveva messo fine definitivamente al travagliato percorso della legge «Failoni» sulle chiusure festive dei negozi. Ora, a due mesi da quella sentenza, la Provincia attua le indicazioni del tribunale, pagando le spese legali ai negozi che si erano opposti con un ricorso alle indicazioni di quel provvedimento: le cifre sono state indicate dalla giunta provinciale nell’ultima riunione della scorsa settimana.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 12 aprile 2022

continua...


Ennesima bocciatura di norme provinciali incostituzionali

Puntuale come il sole al mattino, arriva l’ennesima bocciatura, da parte della Corte costituzionale, dell’ennesima norma mal pensata e peggio scritta, da parte della Giunta provinciale e della maggioranza che la sostiene in Consiglio.
Trento, 4 aprile 2022

continua...


Il Pd cambia strategia e rinnova lo statuto: «Più potere ai territori e agli amministratori»

TRENTO Il rinnovamento punta a dare voce e visibilità a quegli esponenti del partito «che tutti i giorni ci mettono la faccia». Aprendosi anche «alla società civile». A un anno e mezzo dall’appuntamento elettorale che vedrà il centrosinistra autonomista sfidare la maggioranza del governatore Maurizio Fugatti, il Partito Democratico prepara la rivoluzione interna.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 3 aprile 2022

continua...


Impugnative dello Stato: uno scontro senza fine

Fin dall’esordio della corrente Legislatura è emersa la contrapposizione costante fra la Provincia e lo Stato che non paiono riuscire a concordare una strategia sulla competenza di molte materie, riportando le stesse ad oggetto del contenzioso costituzionale.
Trento, 31 marzo 2022

continua...


TRENTO. “Non accadrà come nel 2018. Tra settembre e ottobre faremo chiarezza sui criteri per la scelta del futuro candidato presidente e poi affronteremo compatti le politiche e le provinciali”. La segretaria del Partito Democratico del Trentino, Lucia Maestri, guarda ai prossimi appuntamenti elettorali.
G. Fin, "Il Dolomiti", 28 marzo 2022

continua...


Valdastico: a chi giova un'opera antistorica?

Il Gruppo consiliare del Partito Democratico del Trentino ribadisce un no alla Valdastico: “un no non ideologico”, ma supportato dai fatti e dall’attualità che vede l’opera infrastrutturale non solo obsoleta, ma anche incoerente con la visione futura dello sviluppo del Trentino, affidato alla transizione ecologica e quindi a un altro modello di mobilità.
Trento, 7 marzo 2022

continua...


Il Cinformi depotenziato può essere ancora efficace punto di riferimento per l’accoglienza?

L’emergenza umanitaria scatenata dalla terribile guerra in Ucraina ha innescato una grande reazione di solidarietà da parte della popolazione trentina. Peraltro è noto storicamente come la solidarietà con i più deboli sia un tratto distintivo del nostro territorio, che negli anni si era organizzato con un esemplare sistema di accoglienza diffusa attraverso la collaborazione pubblico e privato sociale, depotenziato però dalle scelte politiche della attuale Giunta.
Sara Ferrari, 3 marzo 2022

continua...


Trentino e Alto Adige SüdTirol protagonisti per le Olimpiadi del 2026

Nei giorni scorsi, con la chiusura delle Olimpiadi di Pechino, sono state lanciate ufficialmente le Olimpiadi Milano – Cortina 2026. Purtroppo il coinvolgimento di Trentino ed Alto Adige/SüdTirol non è stato menzionato.
Luca Zeni, 24 febbraio 2022

continua...