welfare e salute pagina 13

La Giunta Fugatti cancella il monitoraggio sui rischi da esposizione ai fitosanitari

Nella risposta all’interrogazione presentata dal consigliere Zeni, la giunta comunica di aver cancellato il monitoraggio, già oggetto di una dettagliata convenzione. “Nascondere la testa sotto la sabbia ed evitare un monitoraggio serio non aiuta nessuno, né la salute, né i frutticoltori”, afferma il consigliere Zeni “siamo di fronte ad un grave atto di omertà da parte della giunta Fugatti.
Trento, 9 gennaio 2020

continua...


Zeni: sanità trentina, lo sguardo corto della Lega. Bocciate le proposte su facoltà di medicina, programmazione e volontariato sanitario

Una sanità senza programmazione e che insegue singole richieste in maniera disarticolata rischia di perdere velocemente coerenza ed attrattività. 
Luca Zeni, 14 dicembre 2019

continua...


Zeni: essenziale trovare un accordo con le associazioni del volontariato sanitario

Davanti all’ennesima chiusura della Giunta provinciale di fronte alle legittime richieste delle quaranta associazioni del Volontariato sanitario per vedersi riconosciuto il sostegno alle richieste che travalicano i limiti della convenzione in essere con l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, il Consigliere del Partito Democratico Luca Zeni ha presentato oggi una specifica interrogazione, stigmatizzando le retoriche della Giunta provinciale sulla riconoscenza al Volontariato ed evidenziando l’urgenza della situazione.

continua...


Zeni interroga: a quando il rispetto degli impegni presi?

Recentemente, il Consigliere provinciale del Partito Democratico Luca Zeni ha potuto verificare l’ennesimo mancato rispetto degli impegni assunti ufficialmente dalla Giunta provinciale con la completa inosservanza degli obblighi derivanti dall’applicazione di un Ordine del Giorno collegato al recente assestamento del bilancio provinciale ed approvato nel luglio scorso.
Trento, 2 dicembre 2019

continua...


Carenza di medici, risposte non elettorali

Il dibattito sulla necessità o meno per il Trentino di avere una facoltà di medicina — giustificata dal Presidente della Provincia Fugatti sulle pagine del Corriere del Trentino dal fatto che si fatica ad assumere nuovi medici in Trentino — non si è basato su alcun dato o ragionamento di sistema, ma si è limitato alla tautologica affermazione che siccome mancano medici, allora basta laurearne di più. Un po’ come dire che siccome il traffico aumenta, allora basta fare più strade.
Luca Zeni, "Corriere del Trentino", 29 novembre 2019

continua...


Approvata all'unanimità la mozione di Sara Ferrari sulla certificazione delle competenze per Tagesmutter e altri profili

È stata approvata oggi, all’unanimità dell’Aula, la proposta di mozione presentata dalla consigliera del Partito Democratico del Trentino Sara Ferrari affinché fossero riconosciute e certificate le competenze acquisite negli anni dalle operatrici che svolgono il servizio di Tagesmutter e per utilizzare maggiormente la certificazione delle competenze di altre tipologie di lavoratori.
Trento, 28 novembre 2019

continua...


Pochi medici? Non è colpa del numero chiuso

Fermo restando che non è necessario formare nuovi medici ma nuovi specialisti, far nascere a Trento una succursale di un altro Ateneo rappresenterebbe l’ennesimo scivolamento verso il Veneto del Presidente Fugatti che, evidentemente, non incarna quello spirito trentino che vede la nostra Autonomia come strumento per essere protagonisti, e non spettatori, in un piccolo territorio che vuole porsi come laboratorio di sviluppo.
Alessandro Giovannini, 26 novembre 2019

continua...


Un anno di sanità leghista: tante scelte "pop" Ma vanno risolti i nodi più spinosi

Diciamo che fino adesso - in tema di welfare e sanità - la giunta provinciale ha voluto "vincere facile" per usare un'espressione di comprensione immediata. Non che il sostegno alla natalità e gli aiuti alle famiglie non siano temi importanti, per carità.
L. Petermaier, "Trentino", 30 ottobre 2019

continua...