accoglienza profughi pagina 6

Richiedenti asilo, dalla Conferenza Regioni ok alla proposta del Trentino e dell’Alto Adige

Chiarezza sulla gestione dei flussi, redistribuzione fra le Regioni anche dei richiedenti asilo che arrivano via terra e non solo tramite sbarchi. E ancora, velocizzare le domande di asilo, certezza delle regole di rimpatrio per chi è raggiunto da decreto di espulsione, monitoraggio continuo e condivisione dei dati, contrasto ai trafficanti e, infine, tutela dei minori, specie se non accompagnati.
Ufficio Stampa Provincia, 21 giugno 2018

continua...


Villaggio, il mondo come dovrebbe essere

"Il giorno in cui con piena consapevolezza potremo dire a noi stessi che tutti i bambini di questo mondo sono nostri bambini, quel giorno inizierà la pace sulla terra". Questa la citazione del fondatore dei Villaggi SOS Hermann Gmeiner che campeggiava sullo sfondo del palco per le celebrazioni del 55esimo anniversario dalla nascita del Villaggio del fanciullo di Trento.
"Trentino", 17 giugno 2018

continua...


Parla il prefetto Gioffré: «Accoglienza, il sistema funziona. L’indagine non inficia il modello»

 «L’operazione “Bombizona” è una delle tante concluse di recente, che hanno coinvolto molte persone, tra cui anche alcuni richiedenti asilo. Non mi pare, però, che il loro numero sia tale da inficiare la bontà dell’accoglienza in Trentino». Sono cinque i richiedenti asilo ospitati in Trentino raggiunti da provvedimenti giudiziari nell’ambito della maxioperazione della polizia per il contrasto al traffico di stupefacenti. Cinque su 1.541 attualmente ospitati.
A. Rossi Tonon, "Corriere del Trentino", 15 giugno 2018

continua...


COMUNICATO STAMPA - Richiedenti asilo: esigiamo il pieno rispetto delle regole ma anche delle persone

Il fenomeno dell’immigrazione è complesso e in quanto tale necessita di essere affrontato con serietà e in una visione complessiva. Spiace constatare invece che sia a livello nazionale, sia a livello locale la semplificazione e la strumentalizzazione sembrano essere le uniche chiavi di lettura di una certa politica.
Trento, 14 giugno 2018

continua...


Accoglienza migranti, massima attenzione in Trentino per garantire il rispetto delle regole

Anche la Provincia autonoma di Trento ha collaborato con la Polizia, attraverso il Cinformi, offrendo supporto alle indagini sfociate nell’operazione interregionale mirata a stroncare un’organizzazione di spaccio di stupefacenti ad opera di migranti. 
Ufficio Stampa Provincia, 13 giugno 2018

continua...


Approvata la mozione per “valutare e migliorare il sistema accoglienza”

La Provincia Autonoma di Trento si è assunta la responsabilità, grazie ad un apposito protocollo con il Comissariato del Governo, di gestire direttamente le attività connesse all’accoglienza delle persone richiedenti asilo e protezione internazionale.
Mattia Civico, 23 maggio 2018

continua...


In Trentino i profughi sono in calo

In contro tendenza rispetto alle previsioni di un anno fa, il numero dei profughi sul territorio trentino è in costante diminuzione. Il dato è linea con il calo degli sbarchi in Italia dal Mediterraneo che si registra ormai dall'agosto scorso: gli arrivi via mare sono diminuiti di circa dieci volte (anche per effetto delle nuove strategie nazionali adottate con il decreto Minniti) e di conseguenza anche in Trentino sono diminuiti gli arrivi.
A. Selva, "Trentino", 20 maggio 2018

continua...


Profughi, i numeri si sgonfiano. Ogni mese meno di 20 arrivi e 30 partenze

Nessuna invasione di migranti, anzi numeri in calo. Emerge dai dati sul fenomeno in Trentino, proposti a margine della presentazione della Settimana dell’accoglienza. «A fronte di una ventina di persone che entrano ogni mese — spiega Pierluigi La Spada, responsabile Cinformi — ce ne è una trentina che esce». Il totale di richiedenti asilo in provincia è calato dai 1.800 di agosto agli attuali 1.599.
S. Voltolini, "Corriere del Trentino", 19 aprile 2018

continua...