governo provinciale pagina 1

"Centrosinistra, ora ci vuole uno scossone"

In questi giorni di smarrimento all'interno del centrosinistra, in cui manca ancora il nome del candidato presidente, Roberto Cacciatore, vicepresidente della circoscrizione Oltrefersina e membro dell'Upt, si definisce "preoccupato per il dilagare del populismo, perché anche il Trentino a marzo si è dimostrato indifferente e lontano dalla coalizione che ha governato per diverse legislature".
F. Duca, "Trentino", 14 luglio 2018

continua...


«Giunta a Rossi, leadership al Pd»

Un accordo su lavoro, scuola, sviluppo, fragilità sociali. Alessandro Olivi dà di fatto il via libera alla ricandidatura a presidente di Ugo Rossi e cerca di spostare l’attenzione dalla scelta del candidato a quella del programma. . «A ottobre — dice — i trentini non saranno chiamati a scegliere il candidato più simpatico. Dovranno scegliere tra due diverse idee di società. Quella della crescita, dell’inclusività, dell’Europa, o quella della paura, dell’isolamento e della contrapposizione».
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 8 luglio 2018

continua...


Incontro Rossi - alleati: prove di dialogo tra Patt e Upt. I dem interessati a un accordo chiaro con Rossi sul programma

L’Upt che si rifonda come soggetto territoriale insieme a Carlo Daldoss. Gli Autonomisti che danno la loro benedizione e prefigurano da subito una futura convergenza verso il partito di raccolta, magari cominciando da un gruppo consiliare comune ad ottobre. Il Pd che, a sua volta, prova a sganciarsi dal naufragio nazionale recuperando in zona cesarini l’idea del partito territoriale.
T. Scarpetta, "Corriere del Trentino", 6 luglio 2018

continua...


Borgonovo Re al Pd: «Serve coraggio. Basta veti incrociati. Bisogna decidere»

«C’è una grande confusione». Donata Borgonovo Re lo dice quasi sconsolata. Ma il termine, in effetti, è appropriato. Domani sera il Pd riunirà l’assemblea per chiudere — almeno, queste sono le ambizioni — la questione della leadership della coalizione. Eppure le incognite che pesano sul partito sono ancora pesantissime.
M. Giovannini, "Corriere del Trentino", 26 giugno 2018

continua...


Uniti, con i civici, o sconfitta sicura

Viviamo in un’epoca di incertezza, nella quale è sempre più difficile fare previsioni. Ma una cosa è pressoché certa: se alle elezioni trentine del prossimo ottobre (tra poche settimane!) il centrosinistra autonomista da una parte e le forze civiche non accasate a destra dall’altra, si presenteranno divisi e anzi in competizione polemica tra loro, la vittoria del nuovo centrodestra a trazione leghista e, di conseguenza, l’omologazione passiva del Trentino al resto del Nord, si faranno inevitabili.
Giorgio Tonini, "L'Adige", 24 giugno 2018

continua...


Assestamento di bilancio - Mamme lavoratrici più asili nido e detrazioni

Per sostenere la maternità e dunque le donne che hanno figli e che lavorano, la giunta provinciale mette sul piatto 4 milioni di euro dal 2019: serviranno a raddoppiare le detrazioni ai fini Icef (da 1500 a 3 mila euro) per il lavoro femminile e a finanziare i buoni di servizio per la conciliazione famiglia-lavoro (tutto ciò che riguarda i servizi all'infanzia).
"Trentino", 20 giugno 2018

continua...


Il Pd ora chiede chiarezza: «Il tempo è scaduto»

Per i più ottimisti sarà l’incontro risolutivo. Per i realisti servirà a dipanare gli ultimi nodi, salvo demandare a qualche giorno più in là la sentenza. Per i nichilisti, invece, i fronti aperti sono ancora troppi per scorgere una sintesi hic et nunc.
"Corriere del Trentino", 14 giugno 2018

continua...


Il documento approvato dall’Assemblea provinciale del PD Trentino del 4 giugno 2018

Esiste oggi un governo nazionale rispetto al quale ci collochiamo all’opposizione. Indirettamente, ne abbiamo favorito la nascita, non accettando la richiesta di dialogo che arrivava dal M5S e dal Presidente della Repubblica. Abbiamo poi assistito a uno spettacolo indecoroso, fatto di continui capovolgimenti di fronte, di utilizzo delle istituzioni ai propri fini di parte, di balletti che hanno rischiato di creare una situazione di instabilità finanziaria per il Paese.
Giuliano Muzio, 4 giugno 2018

continua...